Corsi

Grande vittoria per il florovivaismo: semplificazione storica nella gestione di sfalci e ramaglie!


GIOVEDI’ 29 GIUGNO 2017 alle ore 18.00 PRESSO LA SEDE ASSOCIATIVA IN VIA GUSSALLI 3 A BRESCIA si svolgerà l'incotro per presentare le

novità sul regime giuridico dei materiali vegetalinon pericolosi. Residui di sfalci e potature

Clicca qui per scaricare la locandina dell'incontro

L’Associazione Florovivaisti Bresciani attraverso Assofloro Lombardia, in concerto con il Comando Carabinieri per la tutela dell'ambiente (ex Corpo Forestale) della REGIONE LOMBARDIA, ha definito un importante accordo in materia di smaltimento dei materiali vegetali provenienti da sfalci e potature.

            In sostanza, l’Art. 41 della Legge n. 154 del 28 luglio 2016 modifica il concetto di rifiuto riservato sin’ora per sfalci e ramaglie: ciò che fino ad oggi veniva classificato come rifiuto, può essere considerato 

ANCHE COME MATERIALE DI RISULTA.

E’, tuttavia, necessario il rispetto di alcuni fondamentali condizioni inerenti l’origine del prodotto, la destinazione e la modalità di trasporto.

Quanto sopra riportato è valido indipendentemente dal fatto che a produrre il materiale di risulta sia un’azienda agricola o un'azienda artigiana.

Per una maggiore specifica e comprensione di quanto sopra indicato ed ottenuto, l’AFB ha programmato un incontro

APERTO E RIVOLTO A TUTTE LE AZIENDE DEL COMPARTO ASSOCIATE E ANCHE NON ASSOCIATE

La partecipazione di tutti gli operatori del settore è importante per comprendere i vantaggi a favore delle aziende, ottenuti grazie al lavoro svolto da AFB ed Assofloro Lombardia per agevolare tutto il comparto.

Un esempio di "snellimento burocratico" ottenuto per l'intero comparto florovivaistico lombardo!